Le piccole perle ricreative di Amanita

Sono momenti di notevole diletto quelli che si passano ad assistere i protagonsti di Machinarium o di Botanicula, avventure di grande fascino, prodotte da Amanita Design, casa di produzione indipendente di videogiochi di genere platform e point and click.
Personaggi semplici, con una sottile ma profonda simpatia che ti restano impressi, spesso piccoli in mondi molto più grandi di loro, sperduti e spaesati e con una sofisticata serie di suoni,da cartoon di alto livello. Gameplay minimo ma geniale, dove è lo stile artistico unico a decretarne il successo.

Machinarium
è il primo che ho scoperto, un rompicapo punta e clicca dove i dialoghi sono sostituiti da animazioni a fumetti, e l'ambientazione grafica è un società sbiadita di robot abbandonati e maltrattati, con tinte color sabbia e catrame che ne rendono l'esperienza amabile e allo stesso tempo malinconica.

Un'altra opera degna di nota è uscita poco giorni fa, a maggio, che ho trovato deliziosa: Botanicula, altro point and click di elevata qualità grafica e sonora, con bassa profondità di campo e soggetti dettagliati come se fossero messo a fuoco attraverso un microscopio.Un microcosmo arboreo, fatto di semi, germogli e piccoli animali del verde invisibile che si possono trovare in qualsiasi prato, orto o giardino. Un gioiello da provare per chi vuole metter in pausa le frenesie degli fps o le aberranti realtà pubblicitarie in flash di facebook e gradisce le raffinate idee che risvegliano immaginazione e fantasia.

Con il passare degli anni questi giochi rievocano senza dubbio la nostalgia del tempo passato in compagnia delle piccole ma coraggiose creature di Amanita, con cui abbiamo condiviso corti ma intensi momenti di allegria.

Il logo, i personaggi e le immagini mostrate in questo articolo appartengono a Amanita Design, compagnia indipendente Ceca di sviluppo e produzione di videogiochi.